4 Buone abitudini per la produttività del reparto di saldatura

reparto saldatura

Fai attività fisica.
Bevi molta acqua.
Non assumere più calorie di quante ne consumi.
Non fumare.

Le buone abitudini per il benessere personale sono banali, ma ti sembra facile osservarle? Serve forza di volontà e qualche strategia per trasformare i buoni propositi in abitudini.

In officina le buone abitudini sono banali, ma serve costanza nel rispettarle e nel farle rispettare, adottando qualche strategia per mantenerle operative. A partire da un semplice complimento per il lavoro svolto.

Queste sono le quattro buone abitudini che dovresti attivare e mantenere nell’officina di saldatura per migliorare la produttività.

Raccogli i suggerimenti dei saldatori

Per prima cosa, ascolta cosa dicono i saldatori in reparto, quali sono le problematiche più comuni che incontrano durante la loro attività e quali sono i suggerimenti che propongono.
Spesso hanno intuizioni o possono proporre soluzioni molto efficaci.
Inoltre, solo il fato di ascoltare e apprezzare il suggerimento contribuisce ad aumentare il coinvolgimento nella loro attività e la disponibilità a partecipare.
Istituisci un sistema per raccogliere questi suggerimenti.

Standardizza le procedure di saldatura

I suggerimenti provenienti dall’officina sono molto importanti, ma sono ancora più efficaci se inquadrati. Ovvero, stabilisci delle procedure di saldatura a cui tutti devono attenersi, che siano regole generali o specifiche per commessa.
Suggerimenti e critiche saranno riferiti a questa procedura, che potrà essere migliorata sulla base dei suggerimenti.
Non innamorarti delle tue regole. Il sentiero migliore viene tracciato percorrendo il cammino.

Valuta l’inserimento di attrezzature o apparecchiature che permettano l’istituzione di standard operativi.

Includi anche la manutenzione come parte delle operazioni di saldatura.
Le operazioni di saldatura richiedono che le apparecchiature e le attrezzature siano sempre a posto, eseguendo una manutenzione periodica:

  • Protezioni individuali (tipo vedere bene attraverso la maschera)…
  • Apparecchiature (torce, generatori, masse, aspirazione di fumi)…
  • Attrezzature: tavoli, dime di saldatura, utensili meccanici ed elettrici…
  • Automazione: posizionatori, robot…

Punta a ridurre scarti e rilavorazioni

I maggiori costi di saldatura sono rappresentati da scarti e rilavorazioni. Anche il controllo dimensionale e geometrico richiedono tempo per l’esecuzione, anche se l’esito sarà positivo.

Per questo è necessario attuare tutte le misure che permettono di risparmiare questi costi. Se utilizzi attrezzature che riducono la probabilità di errori, allora puoi ridurre la frequenza dei controlli e i rispettivi costi.

Per esempio valuta l’introduzione di dime di saldatura, dove risulti conveniente soprattutto in base a:

  • costo degli scarti e delle rilavorazioni;
  • tempi di produzione;
  • dimensione del lotto.

Registra ed esamina i dati delle operazioni di saldatura

L’analisi dei dati ti permette di migliorare la produttività ottimizzando le operazioni attuali, senza fare investimenti aggiuntivi.

Sia per la saldatura manuale che per la saldatura in isola robotizzata, istituisci un sistema di raccolta delle informazioni, facile e snello. Non deve appesantire il lavoro né rallentarlo.
Per esempio i generatori di ultimo grido offrono la possibilità di raccogliere i dati di saldatura in automatico e inviarli a un database nel cloud!

Valuta se il sistema che stai adottando fornisce informazioni davvero utili, o serve solo a far perdere la pazienza a chi compila i moduli.

Conserva e organizza le informazioni raccolte, sono importanti per poter prendere decisioni in futuro, per riorganizzare e migliorare il processo attuale. Per sviluppare il processo produttivo dei prossimi lotti o delle prossime commesse.

Inoltre, quando dovrai decidere se investire in nuove attrezzature (saldatrici, dime di saldatura, isole robotizzata), ti aiuteranno ad avere le idee chiare per chiedere e valutare effettivamente le offerte dei potenziali fornitori.