Come Benjamin Franklin sceglierebbe le maschere per saldatura robotizzata

Ecco come scegliere le maschere di saldatura con il metodo inventato da Benjamin Franklin, uno degli uomini più intelligenti mai vissuti.

Franklin nacque a Boston nel 1706, quando il Massachusetts era una colonia inglese. È stato tipografo, giornalista, editore, inventore, scienziato, attivista, statista, diplomatico.

Da ragazzino costruiva personalmente gli stampi per i caratteri in piombo, da utilizzare nella tipografia del giornale dove lavorava.
Ha scoperto la natura dell’elettricità, grazie al famoso esperimento dell’aquilone, che gli ha dato lo spunto per inventare il parafulmine.
È stato uno dei padri fondatori degli Stati Uniti d’America.

Era un uomo preciso e valutava scientificamente i pro e i contro delle decisioni che stava per prendere. Faceva in questo modo: piegava un foglio di carta a metà, da un lato scriveva una lista dei pro, dall’altro la lista dei contro. A ogni voce assegnava un numero, per dargli un peso.

Se fosse qui, per decidere se affidare all’esterno la progettazione e fornitura di maschere per la saldatura robotizzata, ecco come farebbe.

La lista dei PRO e CONTRO

Questa potrebbe essere la lista di Ben Franklin.

CONTRO PRO
  • Non ho mai fatto realizzare dime all’esterno, ho qualche perplessità…
  • Il fornitore ha anni di esperienza particolarmente nella progettazione e messa a punto delle dime;
  • Mi fornisce un’analisi preliminare del lavoro di saldatura, per cui posso valutare e decidere se procedere con l’ordine;
  • Posso sgravare il personale interno dall’incarico di progettare e costruire queste attrezzature;
  • Questa volta ho un composto saldato più complesso del solito e non so come sviluppare il mascheraggio;
  • Il personale in ufficio tecnico in effetti potrebbe essere in grado di progettare la dima;
  • Naturalmente, il fornitore è uno specialista, che fornirà soluzioni con particolari accorgimenti derivati anche da altre esperienze;
  • Il personale dell’ufficio tecnico non è focalizzato in questo tipo di attrezzature, anche se in passato ha svolto il compito per necessità interne;
  • Certamente, preferisco che l’ufficio tecnico si impegni a sviluppare i prodotti per i clienti, invece di spendere tempo nello studio delle attrezzature per realizzarli;
  • Un fornitore qualificato non si trova facilmente nei paraggi;
  • Diciamo che, in generale, trovare fuori porta degli specialisti di un determinato settore è un caso piuttosto raro;
  • La fase più importante dello sviluppo della dima è lo studio preliminare, necessario per l’individuazione della giusta soluzione, più che la costruzione dell’attrezzatura;
  • Il fornitore mi consente di coinvolgere le persone che incaricherò. Grazie alla piattaforma di comunicazione via internet è come se si fosse tutti nello stesso ufficio;
  • Le persone in officina si sono sempre arrangiate a costruire le dime per saldare i prodotti;
  • Proviamo a vedere come vengono realizzate delle dime professionali, così impariamo qualcosa per la prossima volta;
  • Questo lavoro di saldatura richiede attenzioni particolari;
  • Mi costa di più rispetto a una dima fatta all’interno;
  • Di solito i costi dei lavori extra non vengono controllati come i costi di produzione, quindi il costo esatto della dima fatta in casa non è esattamente noto;
  • Perlomeno avrò un preventivo, così saprò esattamente quanto costerà. In base al ritorno dell’investimento rispetto ai volumi e i tempi di produzione, potrò decidere l da farsi;
  • Devo inviare all’esterno i disegni dei miei prodotti e informazioni sul mio processo;
  • Posso beneficiare delle soluzioni già attuate per lavori simili al mio;
  • Posso ricevere valutazioni costruttive sulle operazioni svolte o previste;
  • La riservatezza è comunque garantita;
  • È difficile trovare veri esperti di dime per la saldatura;
  • Questo fornitore mi da la possibilità di sviluppare la prima fase del progetto in base alle mie esigenze;
  • Lo studio preliminare e le proposte mi permetteranno di valutare se e come procedere;
  • Il fornitore dell’isola stessa preferisce non entrare nei dettagli delle maschere; forse è preferibile che si occupi delle dime chi vive direttamente la produzione e le problematiche connesse;
  • Ovviamente, uno specialista è focalizzato su un aspetto particolare dell’attività e sa come scegliere le maschere di saldatura adatte al tipo di processo;
  • Se penso alle dime prima che all’isola robotizzata, potrei senz’altro ottenere suggerimenti utili alla progettazione dell’isola stessa; per valutare meglio le proposte dell’integratore;
  • Questo fornitore è in grado di sviluppare anche le sequenze di montaggio del composto, che sono indispensabili per poter definire le dime (e l’impianto);

Per avere un preventivo sulla progettazione e fornitura di un sistema di mascheraggio per la saldatura robotizzata dei tuoi prodotti, contattami inviando un email a soluzioni@jigafix.com o chiamami subito al 030-661-899.